Roberto Chiapparoli – Groenlandia

Roberto Chiapparoli

Viaggio: Glacier camp and ice walk – 5 giorni, dal 5 al 9 settembre 2017

 

Breve descrizione:

Consapevole di aver condensato l’idea di un racconto in una breve poesia, come novello Penelope, continuo a tessere e ri-tessere i ricordi del viaggio e il quieto fluire della natura nella terra degli iceberg, ingannando così l’attesa del ritorno.

Ukaliusaq (Letteralmente: ciò che sembra pelo di lepre; termine Inuit per il cotone artico. Più avanti, al verso 2, terra delle persone, traduzione letterale di Kalallit Nunaat, nome Inuit della Groenlandia.)

 

al ritorno

dalla terra delle persone

iniziai a tessere

il bianco mantello di lepre

raccolto nel vagabondare

a fronte dell’orizzonte bianco

 

dal mallo di noci

ricreare le variegate

sfumature di roccia

dalla preziosa pianta

macerato l’indaco

tingere le differenti intensità

di cielo acqua

ghiaccio vivo dopo la rottura

 

tutto il giorno a tessere

e il giorno dopo ancora

a ricucire il telo

scioltosi nella notte

in fiordi e iceberg

a cercare il mare aperto

[1]   Letteralmente: ciò che sembra pelo di lepre; termine Inuit per il cotone artico. Più avanti, al verso 2, terra delle persone, traduzione letterale di Kalallit Nunaat, nome Inuit della Groenlandia.